Long Vines Left

Vi presentiamo il bellissimo mondo FairWild

Una preoccupazione globale

Circa 30.000 specie tra le piante di Madre Natura vengono utilizzate per beni di consumo e prodotti per il benessere e

tra il 60 e il 90% di queste sono spontanee: il valore del commercio globale in piante medicinali o aromatiche nel 2015 è stato valutato 3 miliardi di dollari.

Con una specie selvatica su cinque a rischio per le minacce dovute alla raccolta eccessiva e alla perdita degli habitat, il bisogno di un cambiamento non è mai stato così forte. Come consumatori, a livello globale sappiamo sorprendentemente poco sull’origine degli ingredienti che compongono i nostri prodotti.

E anche gli standard e le normative industriali in ambito di raccolta di ingredienti spontanei non forniscono un grande aiuto.

Cosa possiamo fare?

La FairWild Foundation è stata fondata per fornire orientamento sulle best practice e i piani di certificazione per chi raccoglie, gli operatori e i produttori coinvolti nel commercio degli ingredienti delle piante spontanee.

La certificazione FairWild vuole tutelare la magia delle specie di piante spontanee e la bellezza del loro habitat naturale, rispettando le tradizioni e le culture profondamente radicate e aiutando a sostenere le condizioni di vita delle comunità che dipendono da queste.

Pukka Herbs acquista circa il 50% di tutte le erbe certificate FairWild raccolte a livello mondiale, con la più vasta gamma FairWild rispetto a qualsiasi altra azienda.

Oltre al desiderio di essere i leader nella raccolta sostenibile delle erbe spontanee, vogliamo che tutta la comunità erboristica adotti questo approccio rispettoso.

Favorire la rigenerazione

Secondo la certificazione FairWild, chi raccoglie deve lasciare una porzione della pianta nel terreno, sufficiente a farla ricrescere l’anno successivo.

FairWild incentiva altresì chi raccoglie a lasciare parte della flora intatta, per permettere alle piante rimanenti di maturare e rigenerarsi in maniera naturale.

Equa retribuzione

Per riflettere e rispettare lo sforzo e il tempo extra richiesto dalla raccolta sostenibile delle erbe in linea con FairWild, ai raccoglitori individuali FairWild corrisponde un sovrapprezzo.

Paghiamo anche un importo aggiuntivo, noto come il sovrapprezzo FairWild, alla cooperativa di raccoglitori, da destinare ai progetti socio-ambientali per la comunità locale.

E non vi chiediamo di crederci sulla parola. Qui potete ascoltare Hugh Fearnley-Whittingstall che parla del nostro progetto FairWild in India.

A sostegno delle comunità

Nel 2000, subito dopo la fine del conflitto in Bosnia, abbiamo dato il via a un progetto FairWild a Konjic, vicino a Sarajevo, per aiutare chi aveva perso tutto durante la guerra a crearsi un reddito sostenibile.

Oggi, più di 700 famiglie vengono impiegate per raccogliere un’ampia scelta di erbe spontanee dell’area, tra cui il fiore del lime, il tarassaco, l’ortica e il fiore di sambuco per il nostro Pukka Love, un progetto che garantisce a chi raccoglie una retribuzione equa e, soprattutto, l'assenza di discriminazione tra i gruppi etnici.

Long Vines Right